Illegal

Share on Google+

di Björn Bicker (spettacolo in lingua tedesca)

Regia Carina Riedl, Musiche Arthur Fussy, Attori Christine Lasta, Markus Oberrauch, Lukas Spisser, Kostüme Dagmar Bald

Non hanno un nome e sono invisibili, sono clandestini, sono tra di noi. Un uomo dall’Ucraina che parla quattro lingue si guadagna da vivere con traslochi e come giardiniere, e ha imparato che libertà significa sempre crisi. Una donna dell’Ecuador che non ha mai guadagnato più di quattro euro l’ora manda soldi alla sua famiglia, aspetta un figlio e vuole essere libera. Un altro uomo che viene dal Curdistan sa che rumore fa un kalashnikov, vive in una catapecchia di cartone, vuole studiare e teme ogni giorno che lo rispediscano a casa. Tre storie come esempio di molte altre. Sullo sfondo un coro che colloca i tre singoli destini in un contesto collettivo. Tutti sognano una vita migliore, sanno come non farsi riconoscere e sanno anche che ufficialmente non esistono.

 

“Illegal” parla di persone che vengono in Europa con la speranza di una nuova vita e che sanno di dovere sopravvivere giorno e notte senza permesso di soggiorno. Björn Bicker ha fatto lunghe ricerche e intervistato persone ai margini della società che però vivono tra di noi. Il testo teatrale nasce dal materiale documentario che dà una voce a chi non ne ha. Parole come libertà, paura, patria e amore acquiscono nuovi significati. Sul palco non vediamo vittime ma esseri umani pieni di speranza e voglia di vivere.