Michael Kohlhaas

Share on Google+

Dal racconto di Heinrich von Kleist Coproduzione con il Theater an der Effingerstrasse Bern

Regia Alexander Kratzer, Musiche Markus Tavakoli, Scenografie Luis Graninger, Costumi Cornelia Kraske, Luci Gordana Crnko, Dramaturgia Elisabeth Thaler

con Florian Eisner, Christoph Griesser, Karo Guthke, Horst Krebs, Peter Schorn

 

 

Trama

Il commerciante di cavalli Michael Kohlhaas è una persona onesta e rispettata. Passando davanti al castello di Wenzel von Tronka, un proprietario terriero, trova la strada bloccata da una barriera e gli viene chiesto un tributo per passare. Non avendolo deve lasciare due cavalli per andarselo a procurare, ma viene a sapere che è tutta una bugia. Tornato al castello ritrova i suoi cavalli denutriti e chiede giustizia, ma gli viene negata. Decide di farsi giustizia da solo e di vendicarsi. Si ferma solo quando Lutero stesso glielo intima. Si pone la domanda: cosa sono giustizia e diritto?

 

“Michael Kohlhaas” del 1810 è uno dei racconti più conosciuti di Kleist. I due estremi giustizia e ingiustizia, resistenza e impotenza caratterizzano la fragilità umana e la contraddittorietà del mondo. Per alcuni Kohlhaas è un ribelle coerente, per gli altri un terrorista. Le VBB stabiliscono un collegamento con la contemporaneità grazie a una versione modernizzata. Al centro c'è sempre la lotta dell'individuo contro l'autorità.