Ein Sommernachtstraum

Share on Google+

di William Shakespeare - musiche di Felix Mendelssohn Bartholdy

Musikalische Leitung Philipp von Steinaecker, Regia Georg Schmiedleitner, Scenografie Stefan Brandtmayr, Costumi Cornelia Kraske, Coreografia Marie Stockhausen, Direzione di coro Sandro Filippi, Luci Micha Beyermann, Drammaturgia Ina Tartler, Elisabeth Thaler

Traduzione di August Wilhelm von Schlegel
Adattamento di Georg Schmiedleitner
Coproduzione con la Fondazione Haydn di Bolzano e Trento

In collaborazione con il Conservatorio „Claudio Monteverdi“ Bolzano

 

    

 

Interpreti

Teseo / Oberon Lars Wellings
Ippolita / Titania Margot Mayrhofer

Filostrato / Puck Erwin Belakowitsch
Ermia Constanze Passin
Lisandro Simon Mantei
Elena Andrea Haller
Demetrio Johannes Meier

Zettel / Piramo Christoph Krutzler

Flaut / Tisbe / Fior di Pisello Alexandre Pelichet
Squenz / Muro / Luna / Ragnatela Hannes Perkmann
Schnock / Leone / Seme di Senape Peter Schorn


Elfi (Ballerini) Samuel Calas, Andrea de Majo, Gavin-Viano Fabri, Pilar Ortí Lopez, Lisa Magnan, Mia Meneghini, Jeffrey Sebogodi, Conchita Kluckner-Zandbergen

Cantatrici dell'Istituto di alta formazione musicale Conservatorio "Claudio Monteverdi" Bolzano

Martina Romana Höpperger (Sopran Solistin), Moa Gudjonsdottir (Mezzosopran Solistin), Alessandra Amaddii, Anastasia Atanasova, Cinzia Butelli, Ylenia Cappelletti, Giorgia Oi, Berta Dröfn Omarsdottir, Rossella Filippi, Marta Guatelli, Julia Hinteregger, Sylvie Hustin, Giulia Mercadante, Loredana Merlin, Barbara Mutschlechner, Alice Nardelli, Monica Rungaldier, Sara Salvatori, Chiara Sartori, Michaela Stocker, Ramona Zueck


Suona l'Orchestra Haydn di Bolzano e Trento

 

Con sopratitoli in italiano

Trama

Ermia e Lisandro, Elena e Demetrio lasciano il mondo ordinato e stabile di Atene, dove regna il severo Duca Teseo, e fuggono in un vicino boschetto. Mentre gli innamorati si addentrano nella boscaglia non capiscono più chi è innamorato di chi. Sono nel regno di Oberon, il potente Re degli Elfi, geloso di sua moglie Titania che rivendica per sé un misterioso giovane. Oberon architetta un piano perfido: intima al suo folletto Puck di procurargli la linfa di un fiore miracoloso. Solo poche gocce di esso, applicate sugli occhi di Titania, le faranno perdere la testa per la prima creatura che le capiterà davanti agli occhi – e intanto il giovane le verrebbe sottratto. Oberon riesce ad ammaliare Titania, ma Puck inizia a combinare guai su guai nel bosco, usando la linfa magica. Infine si imbatte in una compagnia di artigiani scelti da Teseo che stanno provando una tragicommedia da portare in scena in occasione del suo matrimonio con Ippolita. Mancano solo quattro giorni – e tutta Atene parteciperà alla festa!


“Sogno di una notte di mezza estate” (1595/1596) è ritenuta una magistrale commedia di Shakespeare, la cui originalità e forza rimangono travolgenti ancora oggi. Le Vereinigten Bühnen Bozen dedicano questa messa in scena al grande scrittore in occasione del 400esimo anniversario della morte. Sul palco della Sala Grande del Teatro Comunale di Bolzano saranno presenti ben 95 artisti per rendere questo spettacolo una festa per tutti i sensi.