Antimortina

Share on Google+

di Martin Plattner

Regia Alexander Kratzer, Scenografie e costumi Lisa Überbacher, Luci Tobias Demetz, Michaela Streitberger, Drammaturgia Elisabeth Thaler

Prima assoluta

Vincitore delle Giornate d'Autore 2015


Interpreti
Die Mutter Ingrid Höller
Das Kind Josef Mohamed
Die Witwe Christine Lasta
Die Braut Andrea Haller
Die Rote Patrizia Pfeifer

Contenuto

Una stanza buia, l'angolo dove solitamente si trova il crocifisso è vuoto. Al suo posto si trova una radio gialla che ha sostituito il Redentore. L'anziana madre è seduta al tavolo e mette delle pillole in una scatola. La radio trasmette la canzone di una cantante di musica leggera. La signora è indispettita: i figli le hanno aperto una finestra panoramica nel muro per “far vedere il mondo alla vecchiarda”. Attraverso questa finestra la signora viene osservata con curiosità dalle vicine – la vedova e la sposa. Controllano e spiano la vita dell'anziana madre che vive in simbiosi con il figlio più piccolo. Dieci figli ha avuto – o forse solo nove? Comunque sia, l'ultimo figlio ha paura. Paura di non essere veramente al mondo. Ma un giorno il figlio si getta dalla finestra panoramica e incontra la cantante di musica leggera – è forse la liberazione?


“antimortina” è l'opera vincitrice delle Giornate d'Autore 2015. Ispirato dai dipinti surreali del pittore altoatesino Karl Plattner (1919-1986) il giovane autore di teatro Martin Plattner ha composto un testo teatrale che tematizza con immagini assurdamente comiche e un linguaggio artificialmente popolare la vita rurale, tra tradizione ed evasione.

Martin Plattner*1975 nel Tirolo austriaco, vive come scrittore teatrale a Vienna. Per i suoi lavori ha ottenuto varie borse di studio, tra cui il premio Große Literatur della regione Tirolo 2013-2014 per “Maultasch” che debuttò nel 2015 al Landestheater di Innsbruck. Oltre a scrivere ha completato gli studi in Comparatistica all'università di Innsbruck e ha lavorato come drammaturgo e ghostwriter.

Alexander Kratzer è regista e vive a Innsbruck e Bolzano. Ha lavorato al teatro Phönix di Linz, al Tiroler Landestheater di Innsbruck, Schauspielhaus di Salisburgo, Theater des Kindes Linz, il Teatro Comunale di Brunico, Theater an der Effingerstraße Bern, teatro Baden Baden. I suoi ultimi lavori alle Vereinigte Bühnen Bozen sono stati “Option”, “Michael Kohlhaas” e “Bombenjahre”