0 %
12.02.2022 - 19.02.2022

Die weisse Rose

di Jutta Schubert

spettacolo teatrale per tutti dai 13 anni in su
una produzione Club teatrale giovanile VBB

 

È il 1942: si forma un piccolo gruppo di resistenza tra gli studenti dell'Università di Monaco – la Rosa Bianca. Non riescono più ad accettare il silenzio delle masse che sostiene il sistema disumano del Nazionalsocialismo e la guerra. Esorta alla resistenza contro il regime nazista attraverso volantini stampati di nascosto. Sophie Scholl e suo fratello Hans vengono scoperti e arrestati mentre distribuiscono il sesto volantino della Rosa Bianca all'università. Incuranti della possibile condanna a morte che li attende, i fratelli si assumono tutta la responsabilità delle azioni del gruppo per non tradire né i propri ideali né altri membri della Rosa Bianca. Vogliono proteggere a tutti i costi i loro amici.

Insieme a giovani sudtirolesi il regista Philipp Jescheck si reca sulle tracce dei membri della Rosa Bianca, focalizzando sul loro coraggio di non tradire i propri ideali, ma anche sui loro sogni e le loro paure. Come sono riusciti questi giovani a esprimere nelle loro azioni di resistenza ciò che così tanti altri non hanno avuto il coraggio di dire? Anche oggi le nuove generazioni cercano modi propri per attivarsi politicamente – per esempio attraverso i Fridays for future. Cosa significano la resistenza e la protesta dei giovani oggi – a 100 anni dalla nascita di Sophie Scholl?

Informazioni e iscrizioni al Club teatrale giovanile VBB: judith.schwienbacher@theater-bozen.it

Prima:
12.02.2022 - 17:00 ore
Luogo:

Stadttheater Bozen / Studio
 

Calendario

12.02.2022.18.00,
12.02.2022
Inizio: 18:00 ore
Luogo:

Stadttheater/Studio

19.02.2022.18.00,
19.02.2022
Inizio: 18:00 ore
Luogo:

Stadttheater/Studio

Attori

Bühne
Sina Barbra Gentsch und Ensemble
mit
Victoria Angerer, Resi Fata, Annalena Festini, Ivan Gufler, Max Pichler, Gianluca Purzer, Valeria Purzer, Lisa Tonelli, Mathilde Unterpertinger Cariolato, Lisa Wenter
Regie
Philipp Jescheck
Kostüme
Sina Barbra Gentsch
Dramaturgie
Friederike Wrobel