0 %
26.11.2019

Europas längster Sommer

tratto dal romanzo di Maxi Obexer

Prima rappresentazione

Spettacolo nelle classi

Una donna di quasi cinquant’anni si trova in treno, diretta dall’Italia alla Germania. Vive a Berlino, le piacciono le donne, ha nostalgia del suo cane e ha un problema con Wittgenstein. Il suo desiderio più grande è un’Europa libera. A Berlino, nel Municipio di Kreuzberg, riceverà il suo passaporto tedesco e diventerà cittadina tedesca con tutti i diritti e doveri del caso, giurando solennemente sulla Costituzione.  Giurerà di tenere al paese in cui vive. Inizia a pensare: mentre il treno continua nel suo viaggio le tornano in mente gli anni dell’immigrazione, il passaggio da sconosciuto a conosciuto. Balenano volti e momenti che le ricordano quanto è cambiata la sua vita – e lei. Poco prima del confine tra Italia e Austria salgono sei giovani ragazzi. Potrebbero essere giovani che vanno a giocare a calcio o a fare musica, ma non lo sono. Cosa distingue coloro i quali immigrano in Europa da fuori e quelli che immigrano all’interno dell’Europa? Cosa significa partire? Cosa significa arrivare? “Europas längster Sommer“ (2017) è il secondo romanzo di Maxi Obexer. “Si parla di patria, di identità moderna”, scrive la Frankfurter Allgemeine Zeitung. Dopo l’estate 2015 queste domande devono essere riformulate, dice Maxi Obexer. Prendendo spunto dalla propria biografia, la scrittrice riflette e medita, con gravità ma anche leggerezza: come dovrebbe essere l’Europa per evitare che gli uni non siano sempre solo privilegiati e gli altri svantaggiati? Nel 2017 il romanzo è stato nominato per il Bachmannpreis.

Maxi Obexer *1970 a Bressanone. Autrice di teatro, prosa, saggi e radiodrammi, fondatrice del Nids, un centro per la scrittura teatrale. È stata professoressa ospite in varie università, tra cui la Georgetown University di Washington, D.C., Dartmouth College in New Hampshire, il Deutsches Literaturinstitut di Lipsia, l'Universität der Künste di Berlino. Debuttò nel 2011 con il romanzo “Wenn gefährliche Hunde lachen“, e ha scritto opere come “Das Geisterschiff”, “Gehen und Bleiben“, “Illegale Helfer”.

Luogo:

Spettacolo nelle classi

a partire da novembre 2019

Attori

Mit
Patrizia Pfeifer
Regie, Fassung, Ausstattung
Joachim Gottfried Goller